Home » Recensioni & Management

Recensioni & Management

Harmonia Ensemble

Harmonia Ensemble - Alessandra Garosi

Walter Tortoreto

IL CENTRO Teramo

…… Harmonia, che ha animato il teatro comunale di Teramo , è un ensemble compatto.Lo formano strumentisti che suonano come compositori, vale a dire con somma attenzione alla struttura dei pezzi, alle articolazioni melodiche, ritmiche e armoniche, al colore del suono; ne risulta un’esibizione brillante e felice alla quale l’apporto di ogni strumentista appare decisivo, ma che ci sembra sia costruita soprattutto sull’eclettismo della Garosi.

La lingua scelta è quella tradizionale, ma non mancano cenni all sperimentazione;indubbio è l’arricchimento della ricerca formale.Il successo è stato trascinante..

 

 Leonardo Cavallo
Il Giornale della Musica
 …che Harmonia sia una consolidata e intelligente “anomalia” sul fronte classico contemporaneo, lo ha dimostrato senza timore negli ultimi anni, riuscendo a spingere oltre l’immaginabile i limiti di una formazione cameristica come quella composta da clarinetto violoncello e pianoforte:ricordando spesso l’elettronica ed alla rilettura di pagine significative della musica del novecento(F.Zappa e N.Rota) ma soprattutto muovendosi all’insegna di un’apertura e di una libertà rare da trovare in ambito classico e non solo…

 

 

Claudio Marinelli 
ROCK STAR
Harmonia meets Zappa è uno dei dischi più suggestivi, coinvolgenti e raffinati che io abbia mai ascoltato ……non si tratta del primo progetto di tal genere, ma questa volta l’accostamento di attitudini musicali cosi disparate è riuscito come mai sin ora…la musica di questo cd non è la scolastica riesecuzione di brani del chitarrista-compositore americano, ma una personale e brillante reinterpretazione dell’universo musicale di Frank Zappa…
 

Fabio Norcini 
LA REPUBBLICA 
…musicisti di rigorosa e brillantissima formazione classica, ma innamorati di quella che, con orrido termine, si definisce contaminazione, i tre indagano momenti significativi della musica del novecento…trattati con gioiosa levità questi brani divengono dei “peccati” alla Rossini, di gioventù anziché di vecchiaia…

 

Fulvio Paloscia e Paolo Russo
LA REPUBBLICA
…. musicisti in cerca di autore…e di ricerca timbrica e diorganizzazione dei suoni..un limpido esercizio di stile-in luce le belle versioni di Son o.m.g.g., w.y. oltre a brani originali di Garosi, Odori e Puliti…

 

John Pulver 
THE MUSIC ADVOCATE
Con un violoncello, un clarinetto, un piano e elettronica, sapienti dita, freschezza, e talento, Harmonia presenta 14 meravigliosi numeri di Frank Zappa con un travolgente e incantevole savoi faire da camera.Inseieme ad alcuni eccellenti composizioni personali ispirate a Zappa, loro esaminano gemme quali Peaches in Regalia, What's New in baltimore e un'incredibile versione di Hungry Freaks, daddy.
With a cello, a clarinet, a piano and electronics, deft fingers, wit, and talent, Harmonia presents 14 lovely numbers of Zappa as witty and enchanting chamber fare.Along with a few excellent Zappa-inspired compositions of their own compositions of their own, they examine such gems as Peaches en Regalia, What’s new in Baltimore and an incredible version of Hungry Freaks, Daddy.

 

Marco Mannucci 
LA NAZIONE 
Strana storia quella degli Harmonia, che da quasi un lustro naviga in atmosfere musicali di ricerca…a loro va riconosciuto il merito di aver lavorato senza preclusioni, di aver sfruttato ogni occasione, dentro e fuori i confini: dai salotti della Rai Stereonotte al palco del Cocoricò di Riccione, dal Leoncavallo al Jazz Club di Bruxelles… 
 

G.Nadienne

AVANT-GARD
Harmonia et Roger Eno orchestre très bien la le de la nature et prefere les questions sans rèponse...

 

 EL NACIONAL
…… con una dotation instrumental minima, realiza un homenaje al compositor italiano famoso por sus bandas sonoras…etre sus placeres, combinan el cine y la musica…
 

MUSEO PECCI Prato
Harmonia ha eseguito il suo repertorio formato da composizioni classiche scritte per una formazione anomala..un tentativo di coniugare classicità e modernità senza però travolgere il senso dei suoni, cercando una congiunzione che molti negano fra passato e presente, mantenendo rigore stilistico e una pratica esecutiva di alto livello…

 

 

Recensioni Solo Piano

Recensioni Solo Piano - Alessandra Garosi

Alessandra Garosi talento e gioia di fare musica

ROBERTA MICHELINO (November 5, 2013)

La casa italiana ha aperto le sue porte ad Alessandra Garosi, pianista dal grande talento e dal sorprendente eclettismo. Durante il suo concerto è riuscita a spaziare dal compositore brasiliano Villa Lobos agli straordinari Gershwin e Frank Zappa. Ma il momento più emozionante della sua esibizione è stato il tributo al musicista Nino Rota accompagnato dalle immagini dei capolavori cinematografici di Fellini. Sorridente, talentuosa, eclettica, affabile.... queste sono solo le qualità dell’artista Alessandra Garosi, pianista affermata e di fama internazionale che si è esibita in uno dei punti nevralgici della cultura italiana a New York, la Casa Italiana Zerilli Marimò. Durante la sua esibizione il pubblico era entusiasta dinnanzi a tanta grazia e genialità. Alessandra Garosi non fa  solo musica, lei sente la musica. Suona con tecnica e maestria ma soprattutto con quell’emozione di chi approccia per la prima volta all’arte.

La redazione di i-Italy l’ha intervistata prima del suo concerto.      

 Chi è Alessandra Garosi?

Alessandra è una pessima cuoca, che vive nel cuore della Toscana con figlio e marito toscani, già questa è una grande incoerenza. Suona il pianoforte da quando aveva sei anni, studiando sia in Toscana che in Irlanda, Australia, Francia e USA  presso l’Università di Bloomington. Gli studi sul pianoforte hanno riguardato la musica classica, ma gli interessi musicali son sempre stati rivolti ad altri generi: il rock di avanguardia degli anni 70/80, il grande amore per il Jazz e la musica popolare hanno "inquinato" non poco il mio modo di suonare. Insomma, a casa studiavo Bach otto ore al giorno, e la sera ascoltavo i Pink Floyd eGilberto Gil. Con Harmonia Ensemble, guidata dal management Materiali Sonori, ho coronato il desiderio di unire la tecnica classica a letture musicali diverse da quelle che avevo studiato: da Frank Zappa, a Roger Eno Chick Corea. Questo è quello che direi adesso di me: una pianista felicemente "sporcata" dai suoni che la circondano, figlia del suo tempo, brutto o bello che sia.

 Cosa ti ha spinto a venire in America ed a New York?

La prima spinta è stata la volontà di trovare università americane in grado di accogliere musicisti italiani con borse di studio decorose per i miei studenti siciliani. Ho trovato New York sempre più bella, e la giornata del concerto entusiasmante, con la mostra del quadro di Balla e tanti giovani attivissimi che si adoperano affinchè la bellezza sia espressa sempre con grande professionalità. Sarebbebello se potessi far vedere  questo in Italia, dove  purtroppo negli ultimi tempi trovo un grande appiattimento di intenti e di volontà costruttiva.

 Come mai hai scelto per questo concerto i brani di GershwinVilla Lobos, Frank Zappa e le colonne sonore di Nino Rota?

Questo è un programma italo americano, un pò retrò per me che suono prevalentemente musica del mio tempo ma lo adoro perchè ognuno di questi personaggi è unico, inimitabile, tutti quanti hanno attinto dal Jazz a loro modo, e hanno scritto con con linguaggi assolutamente personali e articolati. Nino Rota ha scritto anche bellissima musica classica non molto eseguita, che tutti hanno suonato nel 2011, suo anniversario, sconosciuta fino a quella data. Certo che siamo proprio strani!

 Hai collaborato con famosi artisti come Enrico RavaStefano BollaniStefano Zenni,Giorgio Gaslini....cosa ti hanno lasciato queste collaborazioni?

Ho conosciuto personalmente Enrico Rava a un concerto dove suonavamo entrambi. Rava e Gaslini hanno segnato per sempre un mio modo di suonare. Loro per me rappresentano la libertà e la realizzazione d’idee d’incredibile classe e semplicità. Con Stefano Bollani ci siamo incontrati varie volte ed abbiamo inciso un CD insieme nel quale lui suona la fisarmonica! Stefano Zanni invece è il mio "santone"...non ci sentiamo mai ma quando faccio qualcosa di nuovo gli chiedo sempre cosa ne pensa, ho bisogno del suo appoggio sempre!Ho avuto la grande fortuna di conoscere persone molto più profonde e capaci di me, ho potuto gioire della loro presenza e qualche volta anche avvicinarmi al loro Paradiso.

Quali sono i tuoi progetti per il futuro?

 La famiglia, certo, prima di tutto, compreso il gatto....Suonare, sempre e comunque.....e  cercare nel mio piccolo di aiutare i miei studenti musicisti a trovare una loro strada, che non sia troppo piena di buche.  Musicalmente, nel 2014 uscirà una monografia di Giorgio Gaslini che sarà inaugurata al Centro Busoni di Empoli, dove suonerò con Stefano Parrino, Francesca Breschi e Paolo Corsi. I prossimi concerti nel 2014 sono in Germania, Messico ed Australia. Per il resto, sarò al Conservatorio di Messina a insegnare Musica da Camera, cercando scambi internazionali e parlando di musica con illustri allievi, direi giovani colleghi, più corretto...

 

 

 Paul Black  “World of Opera” Dublino, Irlanda ...il suo modo di suonare Bach è stato encomiabile, ma ho amato soprattutto quando Alessandra è uscita dal normale repertorio classico e ha presentato la Sonata di Ugo Amendola, che ha descritto quale compositore contemporaneo.Questo insieme di Jazz e musica classica è stato rilasciato con una intensa comprensione di entrambi gli stili.Ha finito il programma con un meraviglioso interludio in un pomeriggio nebbioso e con una divina interpretazione di Liszt e Bartòk.. ....her playng of Bach was commendable, but I enjoyed her most when she stepped outside her normal repertoire and played a Sonata by Ugo Amendola, whom she described as a contemporary composer.This mixture of Jazz and classical stile was delivered with an understanding of both methods and would be considered third strem music.She finished a most pleasent interlude on a smoggy evening playing divine Liszt and Bartok….

 

 Fabrizio Calabrese La Nazione Siena …l’arte musicale di Alessandra Garosi si è affermata con una lucida esecuzione pianistica tenuta alla Sala degli Specchi dell’Accademia dei Rozzi. Si è messa in luce facendo “volare” le sue mani sulla tastiera, ottenendo sgargianti coloriture sonore, ha “recitato” al pianoforte con estrema chiarezza di intenti.Il temperamento energico e fantasioso, le qualità virtuosistiche, esplodono nella seconda parte del concerto, destando ammirazione nel pubblico presente.Magistrale interpretazione del brano ispirato al film”Rocco e i suoi fratelli".Ultimo brano in programma, la Suite op.14 di Belà Bartòk, offre un quadro musicale dalle tinte forti, congeniale alla ardimentosa dinamicità della brillante esecutrice  

 Roger Eno Blue Note, Rai tre Roma ........Alessandra è una pianista brillante, e finalmente con lei posso scrivere brani che non potrei mai eseguire.... …… Alessandra is a brillant pianist, and finally I can write for her music which I could never play myself … 

Festival 2016

Festival 2016 - Alessandra Garosi

Slow Music Festival- Ballarat Australia - www.slowmusicfestival.com

Musica negli Horti (SI) - www.musicaneglihorti.com

Freakshow Wutzburg - www.freakshow-in-concert.com/index_en.htm

Suoni del Fiume Loro Ciuffenna (AR) - www.auditoriumlorociuffenna.it

Punto di Vista Festival- Cagliari www.puntodivistafestival.it

Alternativa Festival - Praga www.unijazz.com

Le Altre Note 2011/2013 - www.lealtrenote.org 

Art Base - Bruxelles - www.artbase.ue

Moss Vale Chevalier College- http://www.chevalier.nsw.edu.au/

Melbourne Recital Hall serieshttp://www.melbournerecital.com.au 

 

 

ALTRIO and MAY HOWLETT

ALTRIO and MAY HOWLETT - Alessandra Garosi

May Howlett piano works-Wirripang-Australia

NEW YORK UNIVERSITY

NEW YORK UNIVERSITY - Alessandra Garosi

Live in Theatre

SLOW MUSIC FESTIVAL

SLOW MUSIC FESTIVAL - Alessandra Garosi

SLOW MUSIC FESTIVAL-Ballarat-Australia- 29/31 Agosto 2014

MUSICA NEGLI HORTI

MUSICA NEGLI HORTI - Alessandra Garosi

Festival MUSICA NEGLI HORTI- S.Quirico d'Orcia 29/31Luglio 2014

MEXICO LIVE

MEXICO LIVE - Alessandra Garosi

Harmonia Y Kafka